Capo Vaticano

Capo Vaticano storia e cultura della località turistica

Capo Vaticano

L’alto promontorio granitico che si protende verso il tirreno proprio di fronte alle Isole Eolie e denominato Capo Vaticano. Sotto la punta estrema del Capo, si protendono dei maestosi faraglioni adiacenti alle famose spiaggette di Capo Vaticano.

La spiaggia è bianca e finissima, il mare limpido e cristallino. La costa di Capo Vaticano inizia con la Baia di Riaci e finisce con quella di Santa Maria. Anticamente Capo Vaticano era un posto conosciuto in tutta la Magna Grecia poiché qui i sacerdoti e gli indovini, scrutavano il futuro. La cucina di questo territorio è costituita da combinazioni semplici di sapori forti.

Durante le vacanze, si possono degustare i Fileja che sono un piatto fisso all’interno dei nostri ristoranti, hotel e villaggi. Di notevole importanza e la famosa Cipolla rossa di Tropea che mantiene un sapore dolce e un colore corposo e violaceo. La Flora del mare di Capo Vaticano e particolarmente sviluppata. Nuotano indisturbati branchi di saraghi, spirografi e attine lungo il perimetro del promontorio.

Sulle pareti delle rocce, crescono in abbondanza magnifici fiori utilizzati per produrre infusi alcolici come il Vecchio Amaro del Capo.

Lo scrittore famoso Veneto Giuseppe Berto, decise di vivere qui dopo aver girato in lungo e in largo l’Italia scrivendo numerosi dei suoi libri alcuni dei quali furono di ispirazione per la produzione di opere cinematografiche come il “Male Oscuro” diretto da Monicelli.

 

Questo sito utilizza Cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più .
Accetto
x